Ieri e oggi - Sottopassaggio di Via Repubblica

Sottopassaggio di Via Repubblica

          

Questo è un esempio di come può essere per certi versi meglio il prima, seppur disagevole, dato che il dopo, seppur appariscente, ha alcuni aspetti alquanto scomodi. Infatti per chi deve attraversare i binari c'è una ripida scalinata od un percorso incredibilmente lungo. L'alternativa era semplicissima: lasciare il vecchio sottopasso, ma nessuno sa perchè è stato chiuso. Anche per chi deve soltanto transitare il percorso è piuttosto complicato: a mare c'è uno stretto scivolo ed una scalinata a gradoni davvero poco pratica (infatti anche i pedoni tendono a passare sullo scivolo), assoluta assenza di corrimani! Nella parte a monte ci sono una scalinata ed un percorso a scivolo contorto che immettono alla strada, da percorrere poi in contromano per chi è in bicicletta! Nel 2015 il "gioco dell'oca" è stato abbellito con simpatici murale, ma il disagio ovviamente resta. Anche qui l'alternativa era semplice: realizzare allo stesso modo le due parti di accesso al sottopasso (però solo a scivolo e senza gradoni), i costi sarebbero stati gli stessi. Ma anche qui nessuno sa perchè si è fatto in questo modo.

     

La seguente è la soluzione che ho sempre avuto in mente per correggere l'orrenda scalinata che scende dai locali della stazione verso il sottopasso. L'ho trovata realizzata in Corsica a Bonifacio: i corsi sono più intelligenti oppure a Misano siamo sempre stati amministrati da incapaci?