La sinistra ha perso la testa !

< ...Questi sono dei poveri malati terminali per overdose di odio, un odio stupido perchè assolutamente ingiustificato...> così esprime un lettore in una lettera; non potevano esserci parole migliori per descrivere la miserevole situazione in cui si è cacciata la sinistra italiana, dopo l'ennesima bruciante sconfitta, scavalcata anche da un Di Pietro qualsiasi!

  < Nella cultura della sinistra si è perso il senso del limite...ha ormai da anni questo difetto. Sfugge ai problemi, li scarica sui suoi avversari, semina illusioni...>, Renzo Foa il Giornale 8 dicembre 2005. I primi sintomi li accusarono nel 2001 dopo la pesante sconfitta elettorale e la situazione si è via via fatta più pesante man mano che si rendevano conto che la Casa delle Libertà proseguiva benissimo nel suo mandato elettorale. Per la prima volta nella storia della Repubblica Italiana un governo ed una maggioranza terminavano il compito assegnato. Nonostante il ritorno al potere la sinistra non esulta a fondo e si rende conto che la sua strada sarà difficilissima, ma prosegue ugualmente a costo di perdere completamente la testa e la faccia. E le recenti esternazioni confermano lo stato di confusione preoccupante, per noi cittadini ovviamente e non per chi è ben pagato per dire solo sciocchezze:

il 7 luglio 2007 il solito spilungone Fassino (futuro leader defenestrato) si distingue nuovamente affermando che, nella vicenda del Sismi, "Berlusconi non poteva non sapere, essendo premier". Da profani e da non informati si può però facilmente capire che i Servizi Segreti sono tali perché pochissime persone devono sapere certe cose. Ed il presidente del consiglio, chiunque esso sia, non è certo fra queste.

Il giorno dopo l'assessore del comune di Rimini Buldrini si permette di affermare che gli imprenditori sono "para-delinquenti" perché evasori fiscali ed i venditori abusivi in spiaggia dei poveri diavoli da proteggere. A parte che fra questi ultimi tanti fanno il cosiddetto doppio lavoro, è vero che anche tanti italiani evadono le tasse ma non si può sparare nel mucchio colpendo anche la stragrande maggioranza che lavora onestamente e con fatica si guadagna il pane. Non contento rincara la dose affermando che "La Voce ed il Carlino fanno il loro dovere di giornali reazionari legati alle idee retrograde e razziste proprie del centrodestra". Essere progressista e innovativo non vuol dire permettere agli altri di venire nel nostro Paese a fare tutto ciò che vogliono, distruggendo la nostra cultura e le nostre tradizioni. Altrimenti si determina un razzismo al contrario e razzisti diventano gli immigrati abusivi e chi li difende.

Oliviero Diliberto dei Comunisti Italiani poi è l'icona delle affermazioni offensive, diffamatorie e istiganti alla violenza. Il 22 febbraio 2007 alla trasmissione Ballarò consiglia i senatori che hanno fatto cadere il governo Prodi di "non rientrare nelle rispettive città perchè rischierebbero di essere inseguiti coi forconi". Come non ricordare poi il tristemente famoso "Bush e Berlusconi hanno le mani grondanti di sangue"?