La salvezza di Prodi vale più di quella dell'anima

< Qualcuno fa appello alla dignità della politica e di chi la pratica professionalmente, ma è ovvio che l'argomento è privo di peso per uno come Prodi, perfettamente consapevole che dopo la disastrosa esperienza del suo governo dovrà abbandonarla, e non per ragioni di età...Non si può escludere che i "teodem" della ex-Margherita si facciano persuadere che la salvezza del governo Prodi val più di quell'anima. Per il momento, solo la senatrice Binetti ha mostrato di preferire qust'ultima.> Francesco Maria Agnoli, la Voce di Romagna sabato 8 dicembre 2007. 

< Caro Frà, insomma presidente benemerito Cossiga...Avremo presto un altro Stato islamico nel cuore dell'Europa. E salvi Prodi per adempiere a questo compito?...Ricordi? Giurasti saresti intervenuto al Senato con il voto solo quando ti obbligasse la necessità di difendere la Chiesa. Cos'era? Uno scherzo da seminarista in gita?...Eppure tu hai detto al Senato ed in diretta tv "...non ci sarà nessun giudice che avrà il coraggio di condannarmi". Tu no, certo. Tu sei forte. Ma gli altri? Possibile che anche tu pensi soltanto alla tua ghirba?...Non so se hai presente Adel Smith, quello del "cadaverino sul crocifisso", l'islamico che riuscì a far rinviare a giudizio dal Tribunale di Bergamo Oriana Fallaci, senza neanche bisogno di questa nuova legge comunista...Morire per Danzica è doveroso, ma andare all'inferno per D'Alema, forse è un sacrificio esagerato. C'è dell'altro. Hai teorizzato che i senatori a vita non dovessero esser determinanti nel mantenere in vita un governo. Hai vantato di volerti mantenere fedele a questo principio. Sei scivolato, che dolor! > Renato Farina, Libero sabato 8 dicembre 2007.

< C'è un personaggio inquietante e apocalittico che Benedetto XVI evoca, a sorpresa, nella recente enciclica "Spe salvi": l'Anticristo...il 27 febbraio il cardinale Biffi ha citato il "Racconto dell'Anticristo" di Vladimir Solov'ev "Dove l'esposizione merita più approfondita riflessione è nell'attribuzione all'Anticristo delle qualifiche di pacifista, di ecologista, di ecumenista". Praticamente un campione perfetto del politically correct...nelle apparizioni di santi e mistici l'Anticristo sarebbe un ecclesiastico di questo tempo...si tenti di soppiatto-con la connivenza di alcuni politici-di reintrodurre un "reato di opinione riferito alla tendenza sessuale"(come lo definisce Avvenire) che apre la strada alla "demoralizzazione" del Paese...> Antonio Socci, Libero sabato 8 dicembre 2007.

Questi commenti significativi all'indomani dell'ennesimo salvataggio in estremis a Prodi, da parte dei suoi compagni (amici non è appropriato) della ex-Dc: in precedenza Andreotti e Follini, tanto per citare i più importanti. Questa volta però il fatto gravissimo è che all'ultimo momento, per accontentare i forti mal di pancia dei comunisti, è stato inserita nel maxi emendamento una norma anti-omofobia. Che va ad aggravare l'inefficacia del presunto pacchetto-sicurezza, che non servirà a migliorare la situazione di emergenza in atto e che ha poco a che vedere con l'argomento in questione. Ma sembra solo una scusa per colpire la Chiesa ed i cattolici non integrati nella visione comunista e libertaria che sta avanzando.