"Prodate con la camicia di forza"

"Era persino più serio quando partecipava alle sedute spiritiche...era arrivato ai confini della realtà. Ma adesso ha fatto un passo avanti...L'ultima è questa del Paese impazzito, che fa venire in mente quell'anziano che imbocca l'autostrada nella corsia sbagliata, si vede centinaia di auto che gli vengono addosso e s'infuria: < Chissà perché oggi viaggiano tutti contromano. Devono essere matti.> Mario Giordano, il Giornale lunedì 12 novembre 2006.  

5 novembre 2004: definisce mercenari i giovani di Forza Italia

gennaio 2005: "la quercia è un albero che fa le ghiande e dà da mangiare agli animali", "dobbiamo fare pascolare i nostri giovani"

30 luglio 2005: "Se il centrosinistra andrà al governo, i militari italiani in Irak saranno ritirati come truppe d'occupazione"

22 gennaio 2006: "Si è visto che le bugie hanno le gambe corte...e non hanno neppure la possibilità di mettersi i rialzi nei tacchi"

23 febbraio 2006: "...i vari Qui, Quo, Qua, come Tajani e tutti gli altri, che ripetono a disco una parola, perchè nella Cdl c'è uno Zio Paperone."

marzo 2006: "Manco morto" risponde a chi gli chiede se vivrebbe a Roma.

10 aprile 2006: "Se ne deve andare a casa", la notte delle elezioni ed a risultato ancora incerto.

aprile 2006: "Lei è matto" risponde ad un radioascoltatore che osa contraddirlo.

maggio 2006: "Il mio sarà un governo forte e snello"

13 giugno 2006: "Sarò il primo della classe."

luglio 2006: "Così è più sexy" riferendosi alle difficoltà della Legge Finanziaria

15 settembre 2006: "Ma siamo diventati matti?" risponde dalla Cina a chi gli chiede se riferirà in Parlamento sulle dimissioni di Tronchetti Provera dai vertici di Telecom.

20 settembre 2006: "Ma cosa vuole che ne sappia io della sicurezza del Papa in Turchia? Ci penseranno le sue guardie", sempre dalla Cina.

ottobre 2006: "..sto facendo una mozzarella..", a riguardo della Finanziaria.

7 novembre 2006: "...è un problema del Molise" riferendosi alla vittoria della Casa delle Libertà nelle elezioni regionali.

11 novembre 2006: "Qui ormai siamo in un Paese impazzito che non pensa al domani...Io ho fatto una Finanziaria che pensa allo sviluppo futuro..."

29 maggio 2007: "Berlusconi ha sempre preso delle stangate nelle elezioni locali, da olio santo", "non voglio che il Paese vada alla malora", "i frutti in politica si raccolgono dopo cinque anni". Poco tempo prima aveva dichiarato che la ripresa economica è merito del suo operato.