Spremute d'Ulivo - Mistificazioni

I komunisti Mussi, Cossutta, Veltroni e compagnia bella definiscono spesso Berlusconi come una anomalia italiana, ma la vera anomalia italiana è proprio il Governo dell' Ulivo che ha esercitato la sua funzione senza essere legittimato dalla volontà popolare. Tutti quanti a turno ribadiscono "…non dobbiamo consegnare il paese alle destre…" ed invece hanno tirato a campare con una politica conservatrice e di destra, figlia della peggiore DC. Hanno candidato Rutelli per nascondersi dietro la sua bella faccia, a tutti i costi anche se la legge prevede la sua non eleggibilità perché avrebbe dovuto dimettersi da sindaco di Roma sei mesi prima delle elezioni. Lo stesso bellimbusto che non ha esitato a dire che la legge sull' aborto si può migliorare, per compiacere ai vescovi ben sapendo però che non potrà mai farlo da ex radicale e da servo dei diessini.

I DOPPI VOLTI

Gli ulivisti poi sono maestri del trasformismo e dei travestimenti: ho già detto del loro definirsi progressisti e poi alla prova dei fatti si sono dimostrati conservatori, ma l' ultimo in ordine di tempo ed il più eclatante è l' accordo elettorale in Alto Adige con la SVP, partito di destra da sempre ed alleato con i seguaci di Haider! Che fino a due mesi fa l' Ulivo definiva xenofobo, razzista, fascista, nazista, e chi più ne ha più ne metta! Ora pur di vincere due collegi si sono dimenticati tutto!

Che dire poi dell' ineffabile ministro Enzo Bianco che mette i soldi nelle mutandine delle ballerine. O dell' ennesimo komunista Rizzo che in una trasmissione televisiva si permette di affermare che "…grazie alla flessibilità le imprese hanno aumentato i loro profitti…" , ma lui e il suo partito qualche tempo fa non difendevano i lavoratori? Certo è vero che le imprese hanno aumentato i profitti, però le grandi imprese e poi a discapito della occupazione e del servizio ai cittadini!

Quando parlano coi rappresentanti della Casa delle Libertà dicono che Berlusconi è il loro ( o nostro ) padrone mentre invece se devono parlare proprio di lui dicono che è prigioniero di Bossi, come dire "ad ogni occasione la definizione più conveniente", e che quindi non potrà governare. Beati loro che si illudono per così poco!