Notizie

 

COVID-19, IL GRANDE INGANNO

Un governo di irresponsabili(Pd) e di incapaci (M5s), guidato da un megalomane, sta vergognosamente approfittando della pandemia per tirare avanti, altrimenti non ne sarebbero in grado. L'obiettivo è il 3 agosto, quando avrà inizio il semestre bianco. Il Pd soprattutto vuole eleggersi un ulteriore Presidente amico.  

Non è certamente un'ipotesi campata per aria ma la conseguenza delle aperte dichiarazioni dei leader della coalizione (Zingaretti, Di Maio, Renzi e Speranza che ora il braccio armato del premier nella gestione dell'emergenza sanitaria) che ha fatto nascere il 5 settembre 2019 l'ennesimo pastrocchio all'italiana: Il Conte II. Con il beneplacito di un Presidente chiaramente amico ed accondiscendente. L'obiettivo era duplice: "fermare Salvini e le destre", come apertamente dichiarato, ed arrivare all'elezione dell'ennesimo Presidente della Repubblica vicino (obiettivo non dichiarato ma assolutamente evidente). Ripercorrendo le tragiche vicende di questo ultimo anno, accostandole alla inaspettata scelta di mettersi insieme a nemici fin lì inavvicinabili (Pd-M5s), viene anche da pensare che sapessero già che sarebbe arrivata la pandemia. Che la Cina ha tenuto nascosta ma che sembra stata già in atto ad agosto! Il 31 gennaio viene dichiarato lo stato di emergenza in sordina, quasi nessuno se ne accorge. Così Conte, col suo governo, inaugura la stagione dei D.P.C.M. come "mai prima d’ora era accaduto che avessero una rilevanza nazionale di così grande portata". Viene impunemente scavalcata la Costituzione limitando le libertà personali, preludio ad una nuova ondata repressiva? A tal monito l'11 novembre il giornalista D'Agostino ricorda che la dittatura nazista nacque dopo la crisi economica conseguente alla pandemia della "spagnola". 

 

              

I primi due casi italiani della pandemia sono stati confermati il 30 gennaio 2020, quando due turisti provenienti dalla Cina sono risultati positivi al virus SARS-CoV-2 a Roma. Pur con tutte le evidenze che la pandemia era già in atto Conte ed il governo sono intervenuti soltanto il 23 febbraio, dopo il primo decesso il 20, limitatamente alla Lombardia ed il Veneto. Sarebbero stati opportuni i primi provvedimenti di distanziamento già all'atto di dichiarazione dello stato di emergenza. Si sarebbe probabilmente potuto evitare il lockdown totale del 19 marzo, incredibilmente rigido solo in Italia. Terminato poi il 3 maggio, ha provocato enormi danni all'economia, alla scuola, alla salute psicofisica delle persone, che hanno dovuto subire anche un accanimento delle forze dell'ordine che non si vedeva dai tempi del nazi-fascismo! Scene di ordinaria follia che non hanno vissuto gli altri Paesi europei, che hanno riaperto le scuole a maggio. In Italia invece i bimbi sono considerati tuttora gli untori! Per fortuna che non si ammalano e non hanno conseguenze, almeno questo dà un po' di sollievo!

 

"I dati di questi giorni sono dovuti ai comportamenti di agosto. Però rispetto ad altri Paesi europei, il numero di casi è ancora più contenuto. Se vogliamo che non salgano e che la curva abbia un aggiustamento positivo dobbiamo inserire stabilmente nella nostra vita quotidiana le oramai note regole dell’igiene delle mani, personale e degli ambienti, del distanziamento interpersonale e dell’uso delle mascherine. Non paura, servono invece attenzione, consapevolezza e saper convivere con questo virus". Così Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, in un intervista al Corriere della Sera, dove sottolinea che "allo stato attuale non c’è allarme". 5 settembre 2020