Civici, partitici, apartitici....A'M FE' SBLIGHI' TOT
(mi fate sbellicare, per i foresti)
 
La campagna elettorale era partita presto, grazie a Cecchetto, ma
è proseguita come non avrei voluto. Nel sistema elettorale vigente
sarebbero state sufficienti due liste, o si vince o si perde. Chi voleva
davvero cambiare lo status quo che si protrae da 70 anni, avrebbe
dovuto giocoforza aggregarsi. Ma gli egoismi di parte hanno prevalso,
come sempre. Quindi ho messo in fila i candidati come, secondo me,
sarà il risultato.   
 
 
        
 Da buon democristiano (e si esistiamo ancora!) A'M FE ' SBLIGHI' TOT. Mi fate sbellicare tutti, per i foresti. A me piace essere razionale e ragionare sulle cose, le reazioni istintive mi si addiicono poco anche se non ne escludo l'utilità. Civismo e partitismo sono due situazioni della politica, entrambi si utilizzano in base alla legge elettorale. A Misano o vinci o perdi, quindi basterebbero due liste. Pertanto occorre aggregarsi per ottenere il miglior risultato possibile. Ma sembra che nessuno lo abbia capito, o non vuole capirlo. Quella di Piccioni è una finta lista civica perché al 90%(o forse più) è sostenuta dal PD. Così come quella della Pontis, che ha ben in evidenza il simbolo della Lega. Invece quella di Cecchetto è volutamente apartitica, che per me non significa niente e glielo ho anche detto. Non si può prescindere dai partiti. L'unico partito presente è il Movimento 5 stelle, anche se a loro non piace questa definizione. Da soli non andranno da nessuna parte. Non mi schiero con nessuno, vinca il migliore.